Seguici su Google+

martedì 12 febbraio 2008

MAURIZIO MOLINARI PARLA DELL'AGENDA DI POLITICA ESTERA NELLE ELEZIONI AMERICANE

L'inviato de La Stampa a New York, Maurizio Molinari, in occasione dell'uscita del suo ultimo libro Cowboy democratici (Einaudi), ha partecipato ieri all'Accademia delle Scienze di Torino a una conferenza sulla campagna elettorale americana. Il Premio Grinzane Cavour ha organizzato l'incontro Dove va l'America con la partecipazione di Boris Bianchieri (ex ambasciatore a New York, presidente dell'Ansa dal 1997 e della Federazione Italiana Editori Giornali (Fieg) dal 2004), Claudio Gorlier (critico letterario e professore emerito di Letteratura inglese all'Università di Torino) e Gian Giacomo Migone (professore di Storia del Nord America presso la stessa Università).

Al termine della conferenza Molinari discute dei programmi di politica estera dei tre principali candidati alle elezioni presidenziali. Tutti convengono sulla necessità di richiedere un maggiore impegno militare agli alleati europei, e questo è il messaggio su cui Molinari torna più volte. Per quanto riguarda i democratici Hillary Clinton e Barack Obama è intenzione di entrambi affrontare un progressivo ritiro delle truppe dall'Iraq. Una novità invece nell'agenda di Obama: l'invio di soldati americani in Pakistan.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...