Seguici su Google+

mercoledì 19 novembre 2008

CONVEGNO ANTIMAFIA DELLA FONDAZIONE CAPONETTO A CAMPI BISENZIO



Si terrà sabato 22 novembre, presso la Limonaia di Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Firenze), l'11° vertice nazionale organizzato dalla Fondazione Caponnetto insieme alla Regione Toscana e sotto l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica. Un appuntamento, come sempre, importante per fare il punto sull'attività antimafia in Italia, sulle cose fatte e sulle tante ancora da fare. Ci saranno i protagonisti dell'antimafia: con il procuratore generale Piero Grasso ci saranno i sindaci delle città più interessate al fenomeno guidati da quello di Gela Saro Crocetta, Giuseppe Lumia, già presidente della Commissione Antimafia, Lorenzo Diana, già membro dell'antimafia, Ivan Lo Bello presidente di Confindustria Sicilia, rappresentanti delle forze dell'ordine, della magistratura, del sindacato. Il vertice è stato presentato oggi a Firenze alla stampa dal presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri, che, sollecitato dai giornalisti, ha fatto riferimento anche alla presenza delle organizzazioni mafiose in Toscana.

Da Villa Montalvo:

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma i politici e gli amministratori locali toscani non partecipano più ad eventi come questo?
Dando per scontato,alla luce dei fatti,che la classe dirigente del centro-destra è accondiscendente e collussa con alcuni fenomeni criminosi,il centro-sinistra(nazionale e locale)conferma la scelta di non sostenere apertamente l'etica dell'anti-mafia!
Un comportamento "coerente" perché la scelta fatta negli ultimi anni è quella di non opporsi ma fare patti con interessi della criminalità organizzata.
Illuminante a tal proposito,è quello che sta succedendo nei vertici del PD fiorentino a seguito dell'indagine della procura!Tutti innocenti finché non c'è una condanna,vale la pena sempre ricordarlo,ma che molte cose non vadano,soprattutto nell'ambito dell'urbanistica,è sempre più chiaro!
Sarebbe molto interessante analizzare la genesi dei vari piani urbanistici a Firenze e provincia,Prato e provincia.Non è un caso se la tanto decantata partecipazione politica fa molta paura, soprattutto dove girano i soldi,cioè nell'urbanistica.
Nel Comune di Carmignano(PO),le decisioni e gli "accomodamenti"vengono fatti da solo tre persone!Un piccolo esempio ma molto rappresentativo.
Dove non c'è reale apertura democratica è molto più facile che si annidino interessi poco chiari!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...