Seguici su Google+

giovedì 23 aprile 2009

PIRATE BAY,CONFLITTO D'INTERESSI PER UN GIUDICE SVEDESE?


Potrebbe trattarsi di "conflitto d'interessi", è la sgradevole posizione in cui si è venuto a trovare uno dei giudici svedesi del processo a Pirate Bay, il popolarissimo sito di file sharing. Secondo la radio nazionale svedese, infatti,Tomas Norstrom, questo il nome del magistrato, è membro di un'associazione svedese per la tutela del copyright. La sentenza di primo grado dello scorso 17 aprile ha condannato ad un anno di reclusione e al pagamento di un maxi-risarcimento i quattro fondatori del sito Pirate bay, il motore di ricerca di file-sharing (condivisione di contenuti) nemico numero uno delle major dell'intrattenimento, consultato da milioni di utenti (nella foto: Gottfrid Svartholm Warg, a sinistra, e Peter Sunde). Secondo l'edizione online del Wall Street Journal, Peter Althin, l'avvocato di Peter Sunde, uno dei fondatori di Pirate Bay, dopo che lo stesso giudice Nostrom avrebbe confermato la notizia, ha parlato di chiaro conflitto di interessi e ha annunciato che nell'appello alla sentenza chiederà anche che il processo sia rifatto. "L'imparzialità e l'indipendenza dei magistrati sono uno strumento di garanzia fondamentale perché le sentenze siano corrette e accettate da tutte le parti - ha detto Andrea Monti, avvocato ed esperto di diritto della Rete -. Nel caso di Pirate Bay, l'evidente conflitto di interessi di uno dei giudicanti proietta una luce inquietante sull'andamento dell'intero processo. Sarebbe importante capire esattamente in che modo gli interessi del magistrato abbiano potuto influenzare il verdetto".


CONTENUTI CORRELATI:
- CONDANNATA LA "BAIA DEI PIRATI". Esulta la Fimi, l'associazione dei discografici.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...