Seguici su Google+

martedì 28 dicembre 2010

UN SUDAFRICANO PER AMICO
II parte



"Invio l'elenco del Sudafricano che è molto interessato e contento di vedere questo interessamento Italia-Angola"
.

E' il 4 dicembre del 2004. Chi scrive è l'imprenditore Paolo Pasini, fino a tre anni prima capo dell'ufficio del presidente del Consiglio Berlusconi. Le poche righe, a margine dell'email intercettata dal Gico della Guardia di Finanza, sono indirizzate al rappresentante personale per l'Africa del presidente del Consiglio, Alberto Michelini, e commentano un elenco di potenziali investimenti in Angola suggeriti dal “Sudafricano”.

“Un cementificio, alcuni porti semi commerciali e per la pesca, qualunque infrastruttura nel quadro della pesca industriale e artigianale, costruzione di barche, [...] costruzione di vedette, elicotteri..."

L'elenco prosegue, insieme con le garanzie sullo stato di avanzamento dei progetti. Ma chi è il “Sudafricano”? L'intermediario che preme sul governo italiano per l'invio di una delegazione di imprenditori in Angola? Dietro il soprannome si cela un latitante eccellente: il tesoriere di Totò Riina e Bernardo Provenzano, Vito Roberto Palazzolo. Non certo uno sconosciuto don Vito, né il classico mafioso con la coppola: Palazzolo è dai tempi di Giovanni Falcone e dell'indagine "Pizza connection" un manager internazionale di Cosanostra, sul quale pende un mandato di cattura internazionale a firma Italia-Usa. Il boss ha importanti coperture nel paese sudafricano fin dentro il partito di Mandela, che non ne ha mai autorizzato l'estradizione. Possiede una miniera di diamanti in Angola e una fabbrica per il taglio in Sudafrica, oltre a fattorie, allevamenti di struzzi e un esercito privato di 140 mercenari russi, tedeschi e marocchini che dietro la sigla Pro-Security è sospettato di svolgere attività estorsive e fornire contractors dietro la copertura della sorveglianza agli impianti minerari.

Solo a inizio dicmbre 2010 si scopre che Pasini e Michelini sono indagati dalla Procura di Palermo per associazione a delinquere, ma le richieste del “Sudafricano” e la vicenda Angola fanno già capolino in un'altra telefonata intercettata nel 2004 tra Palazzolo e sua sorella Sara. Il boss chiede un intervento sul ministero della Giustizia perché vengano bloccate le rogatorie internazionali a suo carico. Chiede alla sorella di rivolgersi a Dell'Utri (“un 'professore' che ha la massima comprensione in merito) affichè intervenga sulla Cassazione per aggiustare il suo processo, (condanna confermata nel marzo 2009). Non dovrebbe essere difficile convincerlo visto che è già “convertito”, dice il boss alla sorella. Infine la telefonata passa all'organizzazione della delegazione di "tremila imprenditori" da portare in Angola.

Sara Palazzolo si rivolge quindi a Daniela Palli, un'altra mediatrice amica della moglie di Marcello, Miranda Dell'Utri. Quale miglior scenario, per decidere le sorti di un paese africano, se non la discoteca Isola di White di Buccinasco? Nel corso di una festa che vede tra i partecipanti Miranda Dell'Utri, la signora Previti e Veronica Berlusconi, Daniela Palli informa la moglie del premier del progetto Angola senza però fare il nome di Palazzolo.

Questo secondo il racconto della Palli, le cui telefonate sono intercettate. “Vogliamo unire le forze politiche con quelle imprenditoriali, il presidente deve appoggiarlo in qualche modo”, avrebbe detto la Palli a Veronica. “Bisogna fare qualcosa per impedire che l'Africa finisca in mano alla sinistra”. L'affare evidentemente va avanti, fino a coinvolgere Pasini e Michelini, ma le indagini si complicano perchè una talpa ha informato don Vito in Sudafrica che le utenze sono intercettate.

continua...

DALL'ANGOLA CON FURORE
III parte

 AGGIORNAMENTI:
- Giovedì 14 giugno 2012, "Boss in missione a Luanda. Finmeccanica, Palazzolo in Angola". Di Gabriela Colarusso per LETTERA43.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Articolo molto interessante, sembra quasi un racconto inventato, per fortuna c'è chi riesce a raccontare quel che altrimenti rimarebbe nell'oscurità...
MS

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...