Seguici su Google+

venerdì 6 gennaio 2012

USA: IL FILM SULLA MORTE DI BIN LADEN PORTA A UN'INCHIESTA PARLAMENTARE


 E' di ieri la notizia di un'indagine parlamentare in corso negli Stati Uniti su possibili fughe di notizie relative al blitz che il 2 maggio scorso avrebbe portato all'uccisione di Osama bin Laden ad Abbottabad, in Pakistan, da parte di un'unità speciale dei Navy Seals.

 Particolarità del caso vuole che le “classified information”, come vengono definite le notizie riservate, questa volta potrebbero essere trapelate non alla stampa ma addirittura a Hollywood, alla Columbia Pictures e alla Sony Entarteinment, co-produttrici del nuovo film sulla caccia a Bin Laden della regista Kathryn Bigelow, moglie di James Cameron e autrice del film premio oscar sulla guerra in Iraq, “The Hurt Locker".

 Protagonista del nuovo film della Bigelow sarebbe proprio il “team 6”, l'unità speciale di incursori che assaltò la casa dello sceicco in Pakistan. Già in fase di realizzazione il film dovrebbe intitolarsi Kill Bin Laden (si apprende oggi la notizia dell'ingaggio dell'attore Joel Edgerton).

 I timori del partito Repubblicano, che da notizia dell'inchiesta affidata al Dipartimento della Difesa e alla Cia, sono che lo staff del presidente Obama possa aver autorizzato il comando militare dei Seals a rivelare particolari operativi riservati del blitz. Timori e accuse già espresse nel corso dell'estate dal parlamentare repubblicano Peter King, che puntava il dito contro i troppo stretti rapporti tra la produzione del film e l'amministrazione Obama, accusata di star orchestrando un film propagandistico da far uscire nell'imminenza delle elezioni. Sarebbe questo il motivo della posticipazione dell'uscita alla fine del 2012.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...