Seguici su Google+

giovedì 22 novembre 2012

GRECIA: PROCESSO A LOTTA RIVOLUZIONARIA
A giorni le condanne. Appello internazionale alla solidarietà


Il finto pacco bomba ritrovato ieri a Castel Sant'Angelo a Roma potrebbe non essere uno scherzo. Da alcune settimane circola in rete, su vari siti di controinformazione, un appello: "Grecia – Chiamata internazionale di solidarietà per il caso Lotta Rivoluzionaria [22-23-24 novembre 2012]".

Tra oggi e sabato ad Atene verranno chieste le condanne nel processo ad alcuni membri di Lotta Rivoluzionaria (EA, Epanastatikòs Agónas, in inglese su Isvg), un'organizzazione armata greca nata nel 2003 dalle ceneri del gruppo rivoluzionario marxista 17 novembre e, a quanto pare, ideologicamente ricostituita su basi anarco-insurrezionaliste. Lotta rivoluzionaria è stata inserita dall'Unione europea nell'elenco delle organizzazioni terroristiche nel 2007, dopo un attentato dal forte impatto mediatico contro l'ambasciata americana di Atene. Alle 5 del mattino del 12 gennaio un razzo anticarro rpg fu sparato da un auto in corsa contro la facciata della sede diplomatica, senza provocare feriti (NY Times).

Membri di Lotta Rivoluzionaria
In precedenza Lotta Rivoluzionaria aveva rivendicato vari attentati contro banche e stazioni di polizia. Nel giugno del 2006 una bomba fu fatta esplodere presso l'abitazione dell'allora ministro della cultura Yorgos Voulgarakis, già ministro dell'ordine pubblico e poi alla marina mercantile.
Il 3 luglio 2009 l'organizzazione colpisce nel centro di Atene con tre ordigni esplosivi contro McDonald's, l'auto del presidente del Consiglio di Stato e un ufficio di ricerca sull'immigrazione. Anche in questi casi senza provocare feriti: due redazioni di giornali furono avvertite in anticipo delle esplosioni.

Vedremo nei prossimi giorni se qualcuno, magari sotto la sigla della Federazione Anarchica Informale (FAI), risponderà all'appello internazionalista con l'azione diretta.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...